<<

Programmazione Lingue Straniere

 

 

PROGRAMMAZIONE GENERALE

INGLESE - FRANCESE

 

FINALITA’

-         Sviluppo, in collegamento con l’insegnamento dell’italiano, della consapevolezza che la lingua è uno strumento di comunicazione e delle modalità linguistiche del comunicare.

-         Acquisizione della consapevolezza che la lingua è uno strumento di conoscenza e di esplorazione della cultura di un paese straniero e sviluppo di un atteggiamento di tolleranza e rispetto verso gli aspetti divergenti da quelli italiani.

-         Sviluppo di un atteggiamento di curiosità ed interesse per l’apprendimento delle lingue straniere e di motivazione ad usare questa lingua ricercandone le possibili occasioni.

-         Comprensione dell’utilità dello studio della lingua straniera in ambito internazionale.

 

OBIETTIVI GENERALI

-         Sviluppo delle quattro abilità fondamentali: saper capire ascoltando, saper esprimersi, saper leggere e saper scrivere, stimolando le capacità di adoperare la lingua straniera in situazioni di comunicazione in contesti funzionali.

-         Sviluppo delle capacità di confrontare e contrastare strutture dell’inglese, francese e italiano cogliendo somiglianze e differenze, giungendo alle opportune generalizzazioni e consolidando così le proprie conoscenze grammaticali in tutte le lingue.

-         Avvio a fondamentali capacità di uso attivo e flessibile della lingua con l’integrazione delle quattro abilità in concrete attività comunicative di tipo quotidiano, per esempio: comprensione ed espressione nell’interazione orale, produzione scritta come sviluppo e conseguenza delle attività di lettura etc…

-         Memorizzazione di un patrimonio lessicale e strutturale.

-          

OBIETTIVI SPECIFICI ( E SOTTOBIETTIVI )

 

CLASSI PRIME

 

A)   COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE

-         Ascolto e comprensione di espressioni semplici relative a contesti di carattere quotidiano-familiare

 

B)   PRODUZIONE NELLA LINGUA ORALE

-         Conoscenza delle strutture linguistiche fondamentali

-         Correttezza fonetica

 

C)  COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA

-         Comprensione di significati globali

-         Identificazione di alcune informazioni specifiche

 

D)  PRODUZIONE NELLA LINGUA SCRITTA

-         Correttezza ortografica

-         Redazione scritta di esercizi, brevi testi, note etc…

-         Riproduzione delle funzioni linguistiche acquisite a partire da tracce o modelli

 

E)   CONOSCENZA ED USO DELLE STRUTTURE E FUNZIONI LINGUISTICHE

 

F)   CONOSCENZA DELLA CULTURA E DELLA CIVILTA’

 

 

CLASSI SECONDE

 

A)   COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE

-         Ascolto e comprensione di messaggi più complessi

-         Deduzione da un contesto noto del significato di termini

 

B)   PRODUZIONE NELLA LIGUA ORALE

-         Produzione di messaggi comprensibili riutilizzando le strutture linguistiche acquisite

-         Appropriatezza lessicale

 

C)  COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA

-         Comprensione di significati globali

-         Identificazione di alcune informazioni specifiche

 

D)  PRODUZIONE NELLA LINGUA SCRITTA

-         Riproduzione corretta delle funzioni linguistiche note ( attraverso lettere, descrizioni, semplici questionari, dialoghi, etc…)

 

E)   CONOSCENZA ED USO DELLE STRUTTURE E FUNZIONI LINGUISTICHE

 

F)   CONOSCENZA DELLA CULTURA E DELLA CIVILTA’

 

 

CLASSI TERZE

 

A)   COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE

-         Comprensione del significato globale di messaggi più complessi

-         Comprensione di informazioni specifiche

-         Deduzione da un contesto noto del significato di termini

 

B)   PRODUZIONE NELLA LINGUA ORALE

-         Produzione autonoma di messaggi

 

C)  COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA

-         Comprensione di significati globali

-         Comprensione di informazioni specifiche in contesti più complessi

-         Operare semplici inferenze

 

D)  PRODUZIONE NELLA LINGUA SCRITTA

-         Produzione di messaggi appropriati e corretti dal punto di vista formale

 

E)   CONOSCENZA ED USO DELLE STRUTTURE E FUNZIONI LINGUISTICHE

 

F)   CONOSCENZA DELLA CULTURA E DELLA CIVILTA’

 

 

 

 

 

METODOLOGIA

 

Il programma sarà strutturato in unità didattiche sviluppate secondo criteri di funzionalità comunicativa e la materia verrà distribuita nel triennio secondo un criterio ciclico che consentirà di procedere a ripetizioni sistematiche e ad ulteriori sviluppi di quanto già introdotto. L’alunno passerà dalla comunicazione orale alla comunicazione scritta, da una fase di imitazione e ripetizione ad una di analisi e riflessione in cui indicherà ed enuncerà le regole, da esercizi di fissazione ad esercizi di creatività.

Riguardo agli alunni portatori di handicap, si cercherà, per quanto possibile, di farli partecipare alle normali attività di classe selezionando il contenuto e la tipologia degli esercizi.

 

 

STRUMENTI E MEZZI

 

Libro di testo e cassette, giornali, fotocopie ed eventuali altri testi a supporto del libro in adozione, sussidi audiovisivi.

Si cercherà di attivare, come negli anni precedenti, la corrispondenza con coetanei stranieri per motivare gli studenti ad esprimersi nella L2, L3 e per porli in contatto con realtà socio-culturali diverse.

Verranno riproposti alcuni incontri con lettori di madrelingua per potenziare le abilità audio-orali e la conoscenza della civiltà.

 

 

VERIFICHE

 

La verifica delle abilità sarà attuata sia in modo informale ( conversazioni in classe, correzione dei compiti per casa, etc…) sia in modo formale ( verifiche scritte ed orali al termine di ogni unità di lavoro ).

La tipologia delle prove non sarà diversa da quella delle attività abitualmente svolte in classe. Per gli alunni portatori di handicap, se necessario, verranno costruite prove individualizzate. Nel caso in cui l’obiettivo non sia raggiunto da tutti gli alunni, si procederà ad esercitazioni di rinforzo e di recupero e ad una eventuale revisione delle strategie didattiche precedentemente adottate.

 

 

VALUTAZIONE

 

La valutazione accompagnerà il processo di apprendimento e sarà sia un accertamento delle competenze di ogni singola sequenza didattica, sia una misurazione complessiva del grado di apprendimento e maturazione raggiunto dall’alunno.

Si valuteranno i progressi nelle conoscenze in base alla situazione di partenza, alle capacità dell’alunno e all’impegno dimostrato.

Verranno considerati:

1)    La comprensione della lingua orale

2)    La comprensione della lingua scritta

3)    La produzione nella lingua orale

4)    La produzione nella lingua scritta

5)    La conoscenza delle funzioni e strutture linguistiche

6)    La conoscenza della cultura e della civiltà del paese di lingua straniera

La valutazione sintetica quadrimestrale terrà conto delle valutazioni conseguite nei singoli obiettivi.

 

 

PROVE DI INGRESSO

 

Ciascun insegnante si riserva di decidere sull’opportunità ed eventualmente sul contenuto delle prove d’ingresso.

 

 

PROVE D’ESAME

 

Considerando la diversa situazione socio-ambientale e culturale dei quattro plessi accorpati in un’unica scuola, nonché il diverso livello culturale delle classi alla fine del triennio anche nello stesso plesso, si decide unanimemente di lasciare libertà ad ogni singolo docente di strutturare proprie prove d’esame all’interno delle cinque previste nei programmi ministeriali.

 

Per ulteriori dettagli della programmazione della lingua inglese consultare i seguenti documenti:

- Programmazione del primo anno

- Programmazione del secondo anno.

 

 

Le insegnanti